Google

venerdì 28 dicembre 2007

L' isola di cristallo


4 miliardi di dollari e 5 anni di tempo: tanto Mosca impiegherà per erigere il più grande edificio mai costruito dall' uomo, che coprirà una superficie di 2 milioni e mezzo di metri quadrati. Si prospetta essere un' intera città rinchiusa in un unico immenso edificio: l' Isola di Cristallo (Crystal island).


La torre centrale (studiata sulla dinamica di un vulcano) raggiungerà un' altezza di 457 metri. Al di sotto di essa si ergeranno 900 appartamenti, 3000 camere di hotel, una scuola internazionale, un teatro, un plesso sportivo, svariati cinema. Sotto terra, uno sterminato parcheggio.
Non solo: l' esterno della spirale centrale sarà rivestito di pannelli solari, che con l' ausilio di turbine a vento renderanno l' isola di cristallo un mondo autosufficiente dal punto di vista energetico. Infine, si prospetta di favorire una ventilazione naturale interna, mediante la costruzione strategica di ampi atri.

7 commenti:

max ha detto...

Fantastico progetto, un pò complicato, ma realizzabile. Io però non capisco una cosa; perchè in tutto il mondo ci mettono uno ho cinque anni per innalzare un grattacielo, e in Italia ci mettono cinque anni per innalzare un condominio per di più sciatto? E perchè se c'è in progetto di fare un parcheggio sotterraneo in una piazza e a farlo sono dei parenti del sindaco, e gli fai causa rischi di essere esiliato dalla città? Non importa, ma comunque visto che il grattacielo russo si basa sulla forma di un vulcano speriamo che non erutti.

Anonimo ha detto...

Da noi e' tempo immemorabile che non riescono a finire una strada come la salerno - reggio calabria, altro che 5 anni.I politici che fanno di tutto per non completarla e intascare tangenti, quelli si che dovrebbero essere buttati in un vulcano ....

Webmastro ha detto...

occhio ragazzi, che mi sa tanto che questo è un progetto-immagine, e per forza ci mettono il meno possibile (spendendo fior fior di milioni). poi magari la palazzina li di fronte è in costruzione da 20 anni.

Dedalus ha detto...

Non c'è da stupirsi. La Russia è ancora al 50/60% URSS ed è capace ancora (ce l'ha nel Dna) di fare e costruire progetti alla maniera pubblica. E' una questione di metodo. Inoltre la Russia è molto più ricca di spazi e risorse (economiche e tecnologiche) dell'Italia. Così si spiega perché loro riescano a progettare (del resto Mosca, anche in peggio, è cambiata radicalmente negli ultimi dieci anni) e noi no. Da noi il settore pubblico è debole e/o corrotto. Chi ha i soldi sono i privati: che preferiscono mandarli all'estero. Questo piccolo episodio dimostra che nella Storia nulla si butta: una storia di 75 anni come quella dell'URSS (che nel 1917 era uno degli stati più poveri del mondo) lascia anche (assieme al male) eredità positive.

DEDALUS

tr3 ha detto...

caro max, la risposta alla tua domanda è molto semplice:

perchè in Italia c'è gente che non riesce a scrivere "uno o cinque anni" correttamente

anecòico ha detto...

uhm... cui prodest?
sarà mica la piramide del nuovo millennio per sua maestà il faraone Putin? :S

anecòico

Smallo ha detto...

L'era di blade runner è alle porte.. cercate la urban aeronautics e la loro urban x hawks l'auto volante.

http://www.myspace.com/phantomreloaded