Google

mercoledì 5 settembre 2007

47 morto che parla

La rivista tedesca Chirurgical Journal, autorevole periodico di Lipsia, registra un gran numero di casi di decessi non risultati tali. In uno degli ultimi numeri viene descritta l' incredibile vicenda di un ufficiale di artiglieria statunitense.


U.S.A. - Tale ufficiale, di cui nella rivista non viene riportato il nome ma che noi per comodità chiamaremo Lazzaro, uomo di statura e corporatura notevoli, si feriva al capo in modo grave cadendo da cavallo. Gli venne riscontrata una frattura del cranio. I medici intervennero con la trapanazione, poi fu salassato. Ciò gli costò, dopo l' operazione, lo sprofondare in un sopore sempre più profondo, al punto che tutti lo ritennero morto.

Le esequie si svolsero il giorno dopo, giovedì, e il povero Lazzaro venne inumato in un cimitero pubblico. La domenica mattina però, un contadino fuggiva a gambe levate dal cimitero gridando che qualcuno era vivo sotto la tomba su cui egli stava comodamente seduto qualche attimo prima. I presenti, allontanati gli scetticismi, si armarono di zappe e pale e cominciarono a scavare nel posto indicato dal buonuomo. Ciò che trovarono fu l' ufficiale con la testa fuori dalla bara, in evidente stato di svenimento, dopo essersi dimenato per uscire da sottoterra. Trasportato di corsa al più vicino ospedale, venne dichiarato ANCORA VIVO, sebbene in stato asfittico. Rinvenne dopo poche ore, riconoscendo le pesone a lui care, accorse una volta venute a conoscenza dell' incredibile fatto. Ma non immaginavano che sarebbe stato molto, molto più incredibile.

Qualche giorno dopo, ormai prossimo alla guarigione, "Lazzaro" avrebbe dovuto sottoporsi alla batteria galvanica, una cella che genera tensione elettrica (nell' immagine; un piccolo elettroshock, insomma).
Gli incompetenti medici dell' ospedale sbagliarono a posizionare gli elettrodi del macchinario, friggendo il povero ufficiale, il quale stavolta morì sul serio in un parossismo da alta tensione.

2 commenti:

Webmastro ha detto...

L' argomento è stato citato da Edgar Allan Poe nel suo "Premature Burial"

Anonimo ha detto...

poareto..che sfigato xe stato l'ufficiale